Come prendersi cura del pelo del tuo cane

Come prendersi cura del pelo del tuo cane

Il pelo del vostro amico a quattro zampe è sia un fattore estetico che un chiaro indice dello stato di salute del vostro cane.
Quando vediamo un bel cane, solitamente l’attenzione si posa sul suo manto: un mantello che risulta setoso, morbido e lucido è sia un motivo d’orgoglio per i padroni che un obiettivo, per chi non riesce ad ottenere lo stesso risultato con il proprio fido.

Il pelo del cane: indice estetico e di salute

Il pelo del cane può manifestare diverse problematiche durante il corso della vita: quando sul mantello si presentano zone glabre, prurito, escoriazioni, è consigliabile consultare il veterinario, in quanto potrebbe essere un chiaro segnale di dermatiti, allergie, parassiti. In generale, il mantello può essere: secco, forforoso, grasso, e con problemi di perdita di pelo.

Il primo consiglio è quello di seguire un’attenta analisi dell’alimentazione perchè gli squilibri alimentari, il cambio repentino del cibo o l’aumento delle temperature hanno una grossa influenza sul benessere psicofisico del vostro cane. Una dieta equilibrata con crocchette per cani adatte alle singole esigenze di ogni razza, età e taglia, vi permetterà di prendervi cura del vostro amico pelosetto, ed il risultato sarà uno splendido mantello, indice di uno stato di buona salute.

Per quanto riguarda la cura del mantello con una routine di bellezza, la scelta sarà differente a seconda del vostro cane, che abbia il pelo lungo o corto e che sia perfettamente sano, privo di parassiti come pulci, zecche e forasacchi.

La percezione di morbidezza e setosità del mantello è data anche dalla tessitura del pelo in base alle varie tipologie, tipiche di ogni razza: infatti ogni razza ha una tessitura specifica, con una precisa funzione di protezione della cute del cane. La morbidezza e la lucentezza, in alcune razze potrebbe non essere presente come in altre perchè parte del tessuto genetico.

Consigli sulla routine di bellezza canina

È necessario prendersi cura del pelo del cane con un minimo di 4 bagni all’anno fino ad un massimo di un lavaggio al mese. È sconsigliato avere una cadenza più frequente, in quanto troppi lavaggi, potrebbero indebolire il film idrolipidico che protegge il cane dagli agenti esterni.

Il mantello deve essere spazzolato con rituali costanti, una spazzolatura decisa ma non violenta, mai in contropelo e non su pelo bagnato perchè più delicato. L’ideale è abituare il vostro cane sin da cucciolo alla questa routine settimanale, rendendola così una coccola e non un supplizio.

Nel caso che il vostro cane sia a pelo lungo, la spazzolatura risulterà più impegnativa perchè è necessario l’utilizzo di spazzole apposite in base alla natura del pelo e alle dimensioni del cane.

Per gli amici pelosi a pelo corto è consigliata ugualmente la spazzolatura, con diversi strumenti, come dei guanti gommati che aiutano l’esfoliazione del pelo vecchio e ne favoriscono la rigenerazione del nuovo.

Durante il lavaggio è importante usare prodotti detergenti per cani e non prodotti per uso umano perchè rispettano il Ph del cane che è differente dal nostro, in quanto i nostri saponi potrebbero causare irritazioni ed eritemi.

Nell’alimentazione del vostro amico peloso, è necessaria una particolare attenzione alla carenza di vitamina A ed E, omega 3 e fibre, integrandoli con crocchette per cani e alimentazione umida, a base di salmone, tonno. È importante proporre sempre molta acqua fresca, per favorire l’idratazione cutanea.

Infine, per chi ama i rimedi naturali, per lucidare il pelo, ottimo è l’aceto di mele: potete usarlo frizionando un panno bagnato di acqua e aceto di mele sul pelo del vostro cane; il pelo sarà disinfettato, risulterà più lucido e con un piacevolissimo profumo, pronto per una bella sfilata al parco dove sfoggiare il maestoso mantello!

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *