Le 4 cose da fare in caso di smarrimento di cane o gatto

Le 4 cose da fare in caso di smarrimento di cane o gatto

cane-e-gatto-cuccioliSmarrire il proprio amico a quattro zampe è un esperienza che spero nessuno debba mai provare, sfortunatamente potrebbe capitare anche alla persona più diligente, un cancelletto lasciato aperto, una pettorina allentata… basta poco perchè il nostro compagno possa decidere di andare a fare un giro, e magari perdere l’orientamento.

In questi casi ci sono 4 cose da fare immediatamente:

  • Comunicare lo smarrimento di cane o gatto, al Comando di Polizia Municipale del comune in cui è stato smarrito, offrendo una descrizione il più accurata possibile, e qualora faceste questa operazione di persona al comando, portate con voi una foto da lasciare al personale per facilitare il riconoscimento. A questo punto informatevi su quale sia la struttura competente per il territorio in grado di ospitare l’animale.
  • Recatevi di persona al canile di competenza, non telefonate, la vostra descrizione di fido per quanto accurata potrebbe sembrare “comune” a chi la ascolta, meglio controllare di persona, e qualora non otteneste il risultato desiderato lasciate un volantino, contenente i vostri dati e la foto del vostro compagno, in modo che se venisse ritrovato in un secondo momento possano mettersi in contatto con voi.
  • Distribuite i volantini  prima nei dintorni del vostro appartamento, poi allargate il raggio di ricerca. Sfruttate i luoghi di maggiore passaggio quali i supermercati, le fermate dei mezzi pubblici, i negozi di articoli per animali, e tutti quei luoghi che nella vostra città sono punti di ritrovo. Non dimenticate gli ambulatori veterinari e le eventuali associazioni animalistiche della zona, se il vostro animale è stato ferito le possibilità di trovarlo li sono molto alte.
  • Infine utilizzate i social network, sono un mezzo di comunicazione potentissimo, riuscirete a raggiungere migliaia di persone molto più in fretta che con qualunque altro mezzo. Esistono centinaia di gruppi dedicati ad animali persi e trovati, ovviamente restringete il cerchio a quelli della vostra zona!

Qualora aveste perso il cane, cercate di visitare il canile di competenza con regolarità una volta a settimana, non sono rari i casi in cui l’animale è stato ritrovato molti giorni dopo il suo smarrimento. Il microchip e l’iscrizione alla anagrafe canina, sono un obbligo di legge che farà al caso vostro, al canile controlleranno sicuramente la presenza del microchip e verrete contattati. Per semplificare questo processo, è buona norma continuare ad utilizzare la  medaglietta contenente tutti i vostri dati, in questo modo se il vostro cane venisse trovato da un privato semplifichereste le operazioni di riconoscimento.

Qualora aveste perso il gatto, cercate in tutti i nascondigli vicino casa, se il gatto non è abituato ad uscire, è molto probabile che sia nascosto, impaurito, in qualche angolo dove si sente al sicuro. Per questo motivo vi conviene concentrare le ricerche durante la mattina e la sera, in modo che se il vostro micio risponde al vostro richiamo possiate sentirlo. Controllate dai vicini se l’avessero visto o ospitato, non escludete a priori che qualcuno possa aver pensato ad un randagio ed averlo accolto in casa. L’iscrizione all’anagrafe felina e la chippatura non sono obbligatori, ma in caso di smarrimento possono rivelarsi estremamente utili.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *