I disturbi più comuni dei nostri amici a quattro zampe

I disturbi più comuni dei nostri amici a quattro zampe

Amare i nostri amici a quattro zampe significa prendersene cura a 360 gradi partendo dall’alimentazione e dalla prevenzione: fondamentale è prestare attenzione ai comportamenti e alle abitudini insolite messe in atto dal proprio fido, per cercare di carpire ogni segnale di qualche disturbo. Se le sue abitudini subiscono cambiamenti repentini, buona prassi è rivolgersi al veterinario di fiducia.

Le malattie più diffuse

I cambiamenti nelle abitudini del vostro amico pelosetto sono indice di un disagio presente, evidenziando che c’è qualcosa che non va. I sintomi sono spesso visibili, dalla diarrea al vomito, a vederli spossati con difficoltà nei movimenti, anche quelli più semplici sono un campanello d’allarme facilmente percepibili.

Ecco alcune delle malattie più frequenti.

Parvovirus

È una malattia che colpisce in particolare il sistema digestivo, provocando la diminuzione della quantità dei globuli rossi, compromettendo il corretto funzionamento del cuore e dell’intestino.

Gastrite

È un disturbo molto comune perché spesso capita che non venga diagnosticata. La gastrite è l’infiammazione della mucosa gastrica e ciò è causata da una cattiva alimentazione, come cibo non adeguato, razioni di cibo eccessive, oppure una deglutizione troppo rapida.
I principali sintomi sono vomito e pancia gonfia, perdita di peso e di appettito, spossatezza ed aumento della produzione di saliva.

Parassiti interni

Ii parassiti interni possono presentarsi a causa del contatto con feci di animali infette, oppure con l’assunzione di cibi poco cotti o crudi.
Il parassita più comune è la tenia che alloggia nell’intestino, nutrendosi del cibo che mangia il cane, portandolo ad un dimagrimento importante.

Otite

È un’infezione che colpisce l’orecchio ed è più comune nelle razze che hanno orecchie lunghe e cadenti, come il Cocker spaniel e segugi. Il sintomo immediatamente visibile è il grattarsi compulsivamente le orecchie. Se vedete una secrezione giallastra, è probabile che sia presente un’infezione causata proprio da otite.

Cimurro

Il cimurro ha molti sintomi: tosse, starnuti, secrezioni, febbre, diarrea e tic nervosi. Fortunatamente, per questa malattia esiste già un vaccino, che permette di prevenirla ma resta comunque contagiosa, soprattutto per gli animali che non sono vaccinati.

Artrosi

È la malattia più frequente nei cani anziani, e in particolare in alcune razze, come il Doberman e Pastore Tedesco. È un’infiammazione dovuta alla degenerazione delle articolazioni principali, come il gomito e l’anca.

Leishmaniosi

È una malattia trasmessa da una zanzara che, in Italia, è particolarmente plolifica in Sicilia, Sardegna ed all’Isola d’Elba. I sitomi della leishmaniosi sono diversi: linfonodi ingrossati, ingrossamento di fegato e milza, dolori diffusi in tutto il corpo, problemi alla vista, sete accessiva, minzione frequente e vomito.

Per prevenire ed evitare il contagio, è fondamentale eliminare l’ospite portatore del virus, ossia le zanzare.

È importante fare attenzione alle abitudini dei nostri amici pelosetti e nel momento in cui osserviamo qualcosa di strano, è davvero importante rivolgersi al veterinario di fiducia per approffondire tempestivamente.

Inoltre, una corretta alimentazione complementare per cani, consentirà al vostro amico a quattro zampe di essere sano e meno vulnerabile all’insorgere di qualche malattia.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *