Gatti esigenti: consigli e suggerimenti

Gatti esigenti: consigli e suggerimenti

Incostanza o inappetenza? Spesso la risposta non corrisponde a nessuna delle due. Molti felini sono semplicemente esigenti. Trovare quello che pare essere il suo cibo per gatti preferito non è sufficiente. L’illusione durerà probabilmente pochi giorni e l’amico a quattro zampe tornerà a guardare con aria da snob la sua ciotola, aspettando qualcosa di nuovo o di diverso.
I gatti sono molto selettivi per quanto riguarda l’alimentazione, soprattutto perché sono estremamente sensibili al gusto amaro. Questa esigenza è più accentuata nei gatti domestici. Un felino libero e selvatico sarà sicuramente più propenso a sperimentare con appetito molti più cibi diversi rispetto a un coccolatissimo gatto di casa.

Come andare incontro alle esigenze dell’amico a quattro zampe?

  • Non fare scorte di cibo per gatti.
    Anche quando pensate di aver individuato il cibo ideale, non ponete in esso troppe speranze. Il gatto può stancarsi spesso. Variare è bello e vi sono davvero numerosi gusti e sapori da far provare al micio. Allo stesso tempo, però, è anche un animale molto abitudinario. Per questo è sbagliato decidere di cambiare radicalmente la sua alimentazione se non c’è necessità. Il felino potrebbe diventare inappetente verso le nuove crocchette se vanno a sostituire repentinamente la sua routine. In casi come questi, è bene abituarlo unendo e mescolando bene le due diverse diete per i primi tempi.
  • Attenzione all’igiene.
    Il gatto è uno degli animali più attenti all’igiene. Una ciotola sporca, del cibo vecchio rimasto troppo a lungo o dei croccantini bagnati lo porteranno a rifiutare il pasto. Inoltre gli piace avere sempre a disposizione il suo cibo, in modo da andare ogni tanto a mangiucchiare qualcosa. Proprio per questo, l’attenzione all’igiene e alla freschezza sono fondamentali.
  • Cibo per gatti secco o umido?
    Questo dipende dai gusti. Il cibo secco può essere ammorbidito con un po’ di acqua calda, per invogliare i mici a mangiarlo. A tal proposito, sembra che preferiscano le crocchette rotonde rispetto a quelle di forma irregolare. Questo può però variare da felino a felino, anche sulla base di esperienze precedenti, ed è quindi necessario sperimentare i differenti tipi. Per quanto riguarda l’alimentazione umida per gatto, nel caso in cui il cibo umido rappresenti l’unico alimento, è importante controllare che sia completo, ovvero che contenga tutti i nutrimenti essenziali e necessari per il suo benessere e la sua salute. Se invece va ad aggiungersi a una dieta secca, basta che sia complementare. I cibi umidi complementari, se ben graditi, possono essere inseriti in un primo tempo per invogliare il micio a mangiare.
  • Ridurre le porzioni.
    Non riempite sempre la sua ciotola! Volumi minori possono essere più graditi a gatti con poco appetito o particolarmente esigenti. Per questo, in alcuni casi, sono preferibili alimenti concentrati con un elevato contenuto calorico: le quantità sono minori e il micio non trova la ciotola sempre piena.

Andare incontro alle esigenze del proprio micio senza arrivare a viziarlo non è sempre facile. Di solito è lui ad averla vinta! Ma con piccoli accorgimenti è possibile migliorare la situazione e garantire all’amico felino pasti sani e completi, sempre gustosi.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *