Come far felice il proprio micio: giocare insieme

Come far felice il proprio micio: giocare insieme

Da sempre il gatto è considerato un animale schivo e meno affettuoso del cane. È solitamente più indipendente e meno legato al proprio amico a due zampe, ma questo non significa che non desideri ricevere anche lui le giuste attenzioni. I gatti amano giocare, soprattutto quando i giochi in questione stimolano i loro istinti, dando loro la possibilità di mettere in pratica le proprie doti.

Lo si vede prevalentemente con i cuccioli, i quali trascorrono la maggior parte del proprio tempo ricercando attenzione e sperimentando le proprie capacità. Non è sempre semplice evitare che poltrone, tende e divani sfuggano ai loro piccoli artigli, ma esistono molti modi creativi per far felici gli amici felini.

Giocare con il gatto

  • Tiragraffi.
    Vi sono ormai giochi per gatti di ogni tipo, anche se il più amato dai felini resta sicuramente il tiragraffi. Lo si può acquistare o costruire in autonomia, assemblando vari materiali e regalando al proprio amico a quattro zampe una struttura nuova da scoprire e sulla quale salire, giocare o riposare. Oltre a divertirlo, aiuta a preservare il resto della casa dai suoi graffi. Il gatto, infatti, per istinto deve affilarsi le unghie. Quale modo migliore per farlo se non attraverso il gioco? In legno, corda, cartone o stoffa, il tiragraffi si dimostra quindi divertente e  indispensabile, di qualsiasi forma esso sia.
  • Scatola.
    Per rendere felice il proprio gatto, spesso basta davvero poco. Tra gli oggetti più desiderati dai felini vi è ad esempio la scatola. Amano infilarsi nelle scatole. Sarà inutile comprare cucce comode e morbide: una scatola attirerà il gatto più di qualsiasi cuscino. Inserendo al suo interno un piccolo gioco, la sua curiosità verrà stimolata ancora di più.
  • Inseguimento.
    Il gatto ama inseguire la propria preda, cercando in ogni modo di afferrarla con zampe e artigli. Farsi inseguire dal proprio felino, tenendo in mano uno dei suoi giochi preferiti, sarà divertente per entrambi. Un’alternativa consiste nel lasciar muovere e scivolare sul pavimento il piccolo gioco, costringendo così il gatto zampe a rincorrerlo e a farsi in quattro per catturarlo.
  • Lotta.
    Dopo aver trovato il giocattolo della misura adeguata, non troppo piccolo ma sempre più piccolo del gatto, sarà divertente provocare con questo gioco l’amico a quattro zampe. Dovrà ovviamente essere morbido e leggero, come un peluche. Lo scopo del felino sarà quello di colpirlo e di afferrarlo con zampe e bocca, fino a ottenere la vittoria.

Una volta che i giochi sono terminati, è possibile premiare il gatto con un bocconcino, al fine di rafforzare il legame, facendogli capire che anche per noi è piacevole giocare insieme.

Spesso si è portati a non acquistare veri e proprio giochi per gatti, preferendo al loro posto oggetti casalinghi. Non è sempre una scelta sbagliata, però è necessario porre molta attenzione a ciò che decidiamo di dare in dono all’amico a quattro zampe. Oggetti di piccole dimensioni, non nati per far divertire il gatto, possono essere ingeriti e diventare quindi dannosi. È bene evitare piccoli nastri e corde, aghi e spilli, piume, elastici o decorazioni.

Tenendo sempre a mente la sicurezza dell’amico felino, sarà quindi possibile renderlo felice e permettergli di dare sfogo ai propri istinti anche dentro casa, preservando tende e divani e divertendosi insieme a lui.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *