Come scegliere il guinzaglio più adatto per il tuo cane

Come scegliere il guinzaglio più adatto per il tuo cane

Il guinzaglio è uno degli accessori fondamentali per portare fuori il nostro cane soprattutto se non è ancora addestrato a dovere, passeggiamo spesso in luoghi pubblici o viviamo in zone molto trafficate. Ma quale è meglio scegliere? Dipende.

Innanzitutto, bisogna tenere conto dell’età e della taglia del nostro amico a 4 zampe. Più il cane è di grandi dimensioni, più c’è bisogno di un supporto stabile e di minore lunghezza per bilanciare il suo peso e la sua forza. Viceversa, un cane di piccola taglia o un cucciolo potranno essere portati con guinzagli a catenella o in nylon senza grandi preoccupazioni.

Ma non è tutto: la scelta dipende anche dal grado di addestramento di un cane. Se al nostro amico peloso non è stata corretta la tendenza a tirare il guinzaglio, non c’è dimensione né peso che tenga: ha bisogno di un accessorio che gli impedisca di farsi male e ci aiuti a tenere salda la presa.

A prescindere, poi, dal materiale e dal genere di guinzaglio che si sceglie bisogna sempre aver cura di controllare che sia integro per evitare si rompa nei momenti meno opportuni.

Le caratteristiche del guinzaglio ideale

Quando si sceglie il guinzaglio bisogna tenere conto dell’età e della taglia del cane, ma anche della nostra altezza e conformazione fisica. Per questo motivo è consigliabile provare di persona la lunghezza e l’impugnatura.

La lunghezza ideale per un guinzaglio è di circa 120 cm: in questo modo potremo portare sia cani di taglia piccola che cani di taglia più grande senza correre il rischio di doverci chinare o limitare i loro movimenti.

Le regole generali per fare la scelta giusta sono:

  • Assicurarsi che il materiale sia abbastanza resistente (il cuoio è perfetto per cani di taglia grande, mentre il nylon è un ottimo compromesso per quelli di taglia più piccola);
  • Controllare che la superficie del guinzaglio non sia abrasiva per non rischiare di ferirci se il cane è abituato a tirare molto;
  • Scegliere l’accessorio con il manico del diametro giusto in modo da essere comodi e avere una presa salda.

Tipi di guinzaglio: allungabili o estensibili

È consigliabile tenere in casa almeno due guinzagli, in modo da poterli usare in situazioni diverse secondo necessità.

In commercio si trovano solitamente due tipi di guinzaglio: i guinzagli allungabili utilizzati soprattutto in addestramento e i guinzagli estensibili in corda o in nylon.

I guinzagli estensibili sono provvisti di un sistema a molla, possono allungarsi e riavvolgersi automaticamente lasciando piena libertà al cane di muoversi come meglio preferisce, ma possono essere bloccati dal padrone a lunghezze fisse. Questo genere di accessorio è l’ideale per cani di piccola o media taglia che però sono abituati a rispondere al richiamo del padrone e a non tirare.

Per i cani di taglia grande, invece, il consiglio rimane quello di scegliere un guinzaglio allungabile, preferibilmente in cuoio o in corda resistente.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *