Come alimentare un cucciolo di cane?

Come alimentare un cucciolo di cane?

Prendersi cura di un amico a quattro zampe richiede tempo, amore e attenzioni. Questo vale anche per la sua alimentazione, soprattutto quando il cagnolino è ancora un cucciolo. Come i bambini, attraversa fasi diverse prima di arrivare a poter assumere in completa autonomia cibi solidi. Dai primi mesi insieme alla madre, si passa allo svezzamento e, infine, a un’alimentazione secca commerciale o casalinga.

Primi mesi e svezzamento

Il primo cibo per un cucciolo è sicuramente il latte materno. A volte si rivela necessario svezzarlo prematuramente, magari a causa di problemi con la madre. Nonostante l’alimentazione con latte materno riguardi circa il primo mese, è importante non avere fretta e attendere almeno due o tre mesi prima di separarlo completamente dalla mamma. Nel caso in cui il latte materno non fosse sufficiente o andasse a mancare, è possibile ricorrere al latte in polvere per cuccioli (non latte vaccino).

Dopo circa quattro settimane, sarà la madre stessa a lasciare il suo cucciolo da solo più a lungo e inizierà quindi, in modo naturale, la fase dello svezzamento. A questo punto la sua dieta potrà arricchirsi con alimenti specifici, principalmente di consistenza morbida, come pappette, cibi umidi o cibi secchi ammorbiditi con acqua. Anche intorno ai quattro mesi di vita, quando andrà a cambiare i propri denti, sarà bene alimentarlo con cibi più morbidi.
Il passaggio dalla dieta liquida a quella solita deve essere graduale ed è importante, a tal proposito, chiedere sempre consiglio anche al proprio veterinario.

Durante lo svezzamento è consigliato suddividere il pasto giornaliero in 3 o 4 piccole porzioni.

Dopo lo svezzamento: alimentazione commerciale o casalinga?

Superate circa le sei settimane, la fase dello svezzamento dovrebbe essersi conclusa. Il cucciolo sarà quindi capace di alimentarsi da solo con cibo solido. Dalle 4 porzioni quotidiane si passa progressivamente a 3 e poi a 2, fino al raggiungimento dell’età adulta.
L’acqua aggiunta ai cibi secchi deve essere diminuita, fino a essere completamente eliminata.

È possibile scegliere tra un’alimentazione secca per cane di tipo commerciale e un’alimentazione casalinga, prestando sempre attenzione alle dosi e ai bisogni dell’amico a quattro zampe. Un’alimentazione di tipo casalingo è sicuramente più complessa da gestire, in quanto è fondamentale integrare tutti i componenti e le sostanze nutritive necessarie per una crescita sana e forte. È possibile unire le due soluzioni, alternandole a seconda dei pasti o dei periodi. Non devono però essere mischiate all’interno dello stesso pasto, in quanto hanno tempi di digestione e assorbimento differenti.

Ognuno ha i suoi tempi

Ogni fase è importante e richiede pazienza. È possibile approssimare e indicare i momenti in cui le fasi iniziano e si concludono, ma è bene ricordare che, proprio come noi, ogni cucciolo ha i propri tempi. Non bisogna quindi forzarlo o costringerlo a crescere troppo in fretta.
Un’alimentazione bilanciata e corretta in base all’età potrà garantire una crescita sana e felice.

Euroitalia Pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *